lunedì 9 dicembre 2019

Buon Natale!


sabato 23 novembre 2019

Assemblea WWF Abruzzo


domenica 17 novembre 2019

Comunicare l'ambiente


domenica 6 ottobre 2019

URBAN NATURE 2019


mercoledì 11 settembre 2019

COMUNICATO STAMPA DELL'11/09/2019

Il WWF chiede ai cittadini più rispetto per gli animali e maggiore collaborazione coi custodi del Parco

Una famigliola di orsi marsicani nel PNALM – Foto @ANSA

All’interno del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise ci troviamo, ancora una volta, a fare i conti con azioni umane dannose per gli orsi e sentiamo il dovere di associarci alle raccomandazioni fatte dall’Ente Parco nel comunicato stampa diffuso nella giornata odierna - afferma Antonello Santilli, Presidente dell'O.A. WWF Abruzzo Montano. L’orsa Sebastiana, costantemente monitorata dagli operatori del Parco, viveva assieme ai suoi tre cuccioli, con i quali si trovava la notte tra il 24 e il 25 agosto scorso, quando veniva inseguita da un’autovettura all'interno del centro abitato di Pescasseroli, così come testimoniato anche dal video dell’accaduto, subito diffuso in Rete. Nell’intento di scappare lontano dall’autovettura, in preda alla paura, smarriva due cuccioli, di cui uno ritrovato successivamente. Con la speranza che anche l'altro cucciolo possa riunirsi alla famiglia, il WWF insiste nel sensibilizzare le persone al fine di creare una giusta convivenza tra uomini e animali ed esorta cittadini e turisti a non inseguirli o disturbarli in alcun modo. Capiamo che il contatto con gli animali è una delle maggiori attrazioni del territorio, ma è necessario mantenere sempre la giusta distanza, per evitare pericoli a loro e anche a noi stessi. Inseguire con l’autovettura gli orsi è inutile, pericoloso, dannoso, oltreché codardo - conclude Antonello Santilli, Presidente del WWF Abruzzo Montano.

mercoledì 28 agosto 2019

Il WWF interviene sulla caccia in Abruzzo

Il TAR accoglie la sospensiva richiesta da WWF e Lega del Cane, che avevano presentato un articolato ricorso attraverso gli avvocati Michele Pezone ed Herbert Simone




In seguito al pronunciamento del TAR Abruzzo (decreto monocratico n. 164/2019 del 28.08.2019), che sospende l'efficacia della DGR n. 487 del 14.08.2019 con cui è stato approvato il Calendario Venatorio Regionale per la stagione 2019-2020, l'attività venatoria e l'addestramento dei cani in Abruzzo sono sospesi.

venerdì 2 agosto 2019

Comunicato stampa del 2 agosto 2019

Cambio della guardia nell’Associazione del Panda: dopo sette anni, Luciano Di Tizio esce di scena 

Filomena Ricci nuovo Delegato regionale del WWF per l'Abruzzo 

“La forza del WWF è la grande squadra dei volontari: avanti, nel segno della continuità” 




Conferenza stampa del WWF questa mattina a Pescara, con il Vicepresidente nazionale Dante Caserta e una rappresentanza delle strutture abruzzesi, per il cambio della guardia al vertice del WWF Abruzzo. Il giornalista Luciano Di Tizio, nominato nel maggio 2012, esce di scena dopo sette anni e lascia il posto da Delegato regionale a Filomena Ricci, Dottore di ricerca in scienze ambientali e già Direttrice dell’Oasi WWF Gole del Sagittario.

“Sono stati – ha detto Luciano Di Tizio – anni molto intensi, impossibili da raccontare in pochi minuti. Mi limiterò a dire che le soddisfazioni maggiori sono state da una parte quella di avere accompagnato il WWF in una difficile fase di riorganizzazione che ha dato ottimi risultati, e dall’altra quella di aver contribuito a costruire una eccellente rete di rapporti con le altre grandi associazioni ambientaliste. Solo lavorando insieme, si può ottenere un futuro migliore per questa regione. Il maggior rammarico resta invece quello di non aver potuto brindare alla nascita del Parco Nazionale della Costa Teatina, frenato da una classe politica regionale che, al di là delle appartenenze, continua a distinguersi soprattutto per la miopia delle proprie scelte”. Il Delegato uscente ha anche spiegato perché esce di scena: “Avrei potuto – ha detto - candidarmi per un terzo mandato, ma da giornalista diffido delle associazioni gestite sempre dalle stesse persone: o queste associazioni non sono in grado di esprimere altri dirigenti, ed è grave; oppure, ed è peggio, si tratta di persone che rappresentano solo se stesse e pochi altri. La forza di una associazione sono i suoi volontari e i suoi iscritti. Nessuno deve restare in eterno o comunque troppo a lungo nel medesimo ruolo. Dopo sette anni, era certamente giunto il momento di cambiare. Fortunatamente, nel WWF Abruzzo tante volontarie e tanti volontari avrebbero potuto ricevere questo incarico. Filomena Ricci, per esperienza e competenze, è la persona giusta per continuare le tante battaglie intraprese”. 

Il nuovo Delegato ha ringraziato per la fiducia accordatale e ha sommariamente espresso il proprio programma: “L’Abruzzo rappresenta uno dei territori più importanti d’Europa per la ricchezza di biodiversità. L’azione del WWF non può quindi non concentrarsi sulla tutela delle specie e degli habitat che ci caratterizzano, a partire da due animali simbolo: il Lupo e l’Orso marsicano. In particolare, per quest’ultimo, il rischio di vederlo scomparire è reale e come WWF siamo impegnati nel progetto Orso 2x50 che punta al raddoppio della popolazione entro il 2050. Tutto il sistema delle aree naturali protette, poi, merita un forte rilancio per promuovere e attuare un modello di sviluppo sostenibile che faccia della tutela del nostro capitale naturale l’elemento cardine delle scelte di pianificazione e programmazione. Progetti ad alto impatto ambientale in luoghi tutelati a livello nazionale ed europeo, parchi per anni senza guida e riserve con pochi fondi stanno facendo tramontare l’intuizione degli Anni '80 dell’Abruzzo come Regione verde d’Europa. La tutela dei fiumi, della costa e del mare, così come la mobilità sostenibile e la vivibilità delle nostre città saranno gli altri settori su cui concentreremo le nostre forze. Vogliamo poi potenziare la nostra presenza sul territorio. A tutti gli Abruzzesi che hanno a cuore la difesa del nostro ambiente rivolgiamo un invito a diventare ecovolontari del Panda! Le grandi battaglie che ci attendono possono essere portate avanti solo grazie a chi sostiene il WWF, contribuendo alle campagne associative, certamente, ma soprattutto grazie alle attività dei nostri volontari che operano nelle quattro strutture locali, nelle Oasi WWF presenti in Abruzzo, nei nostri Centri di Educazione Ambientale”. 

Ha concluso gli interventi il Vicepresidente nazionale Dante Caserta che, anche a nome della Presidente Donatella Bianchi, ha ringraziato Luciano Di Tizio per il prezioso lavoro svolto in questi anni e si è detto sicuramente ottimista per il futuro. “Oltre ai tanti sostenitori e soci, la forza del WWF sono i suoi volontari e le sue strutture diffuse sul territorio. Grazie alle Associazioni locali, alle Oasi, ai Centri di Educazione Ambientale, alle guardie, anche in Abruzzo il WWF riesce a portare avanti concretamente la sua mission internazionale: contribuire a costruire un mondo in cui l’Uomo possa vivere in armonia con la Natura”.